Pasqua a Firenze

Inserito da Viadeimedici | Argomento: Manifestazioni ed Eventi a Firenze

scoppio del carro pasqua a firenzeLa Pasqua a Firenze ha un sapore tutto particolare. Siamo all’inizio della Primavera: il tempo comincia a volgere al bello, le giornate sono già molto lunghe e soleggiate, le temperature si sono già alzate e per i turisti che visiteranno Firenze avranno a disposizione un tempo ideale per passeggiare in centro e ammirare tutte le opere d’arte. Sicuramente la Pasqua a Firenze richiama un notevole numero di turisti che renderà anche un po’ caotico visitare il centro di Firenze a Pasqua ma il tutto sarà meraviglioso, potrete incontrate turisti da tutto il mondo: americani, orientali ed europei, famiglie e gruppi di studenti in ugual misura, nessuno escluso, tutti ad ammirare il centro storico di Firenze, dichiarato dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Sarà come immergersi nel Rinascimento, accerchiati dalle innumerevoli opere d’arte disseminate in tutte le vie e i vicoli che si diramano tra gli antichi palazzi tutti carichi di storia: piazza del Duomo, piazza della Signoria, piazzale Michelangelo, Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio, il Campanile di Giotto, il giardino di Boboli, gli Uffizi, la Galleria dell’Accademia e tutte le decine di musei a disposizione, giusto per citare qualche punto di interesse da visitare da soli o con qualche tour guidato di Firenze.

Per avere maggiori informazioni su vari tour guidati di Firenze cliccate qui.
Inoltre, se il turista non fosse contento del patrimonio artistico a disposizione, per Pasqua a Firenze, viene rievocato un importante e tradizionale evento storico: lo Scoppio del Carro con il volo della Colombina celebrati dal 1957 proprio la Domenica di Pasqua a Firenze in piazza del Duomo con un corteo storico molto affascinante.
corteo storico a firenze per pasqua
Storicamente la festa risale al 1101, quando il capitano fiorentino Pazzino de’ Pazzi rientrò a Firenze dopo aver issato lo stendardo cristiano sulle mura della città santa di Gerusalemme, sconfiggendo gli “infedeli”. In quell’occasione, Goffredo di Buglione gli consegnò come compenso tre scaglie di pietra del Santo Sepolcro che venivano usate per accendere il fuoco “santo”, simbolo pasquale per la Risurrezione di Cristo. Le pietre poi furono consegnate al Vescovo di Firenze che le utilizzò nel Sabato Santo per accendere il fuoco e distribuirlo, come tradizione, ai cittadini: in quell’occasione venne costruito un grande Carro di Fuoco chiamato Brindellone che veniva bruciato proprio come oggi. Le pietre sono state conservate prima dalla famiglia Pazzi, poi custodite nella chiesa di S.Maria sopra Porta (poi S.Biagio) e infine nella chiesa dei Ss. Apostoli, dove oggi viene acceso il “fuoco benedetto” che un corteo storico, partendo dal Prato, accompagna fino al Battistero, lo consegna al Vescovo e lo porta nel Duomo. Il carroccio è caricato con fuochi d’artificio, posto in piazza del Duomo e legato all’altare da un filo in cui verrà fatto scorrere, dopo averlo acceso con il fuoco sacro, un razzo a forma di colomba con in bocca un ramoscello d’ulivo (tutti simboli della Pasqua). La Colombina avrà il compito prima di raggiungere il Carroccio, incendiarlo e tornare all’altare: la tradizione vuole che se riuscirà a compiere entrambi i tragitti sarà un buono anno per Firenze.
La rievocazione storica è molto suggestiva e richiama anche molti fiorentini, oltre che turisti presenti per Pasqua a Firenze: il corteo storico, il Carroccio, la Colombina che esce e rientra nel Duomo, lo Scoppio del Carro con i fuochi d’artificio riescono a catturare l’attenzione di tutti e far sembrare ancor di più Firenze il centro del Rinascimento.
Visitare Firenze per Pasqua è molto suggestivo e richiede anche molto tempo: in molti occasioni potrebbe essere utile affidarsi a guide turistiche professionali e cortesi come quelle di Accord Solutions, che mettono a disposizione del turista molte soluzioni e tour guidati a  Firenze e la Toscana.