Cosa visitare a Pisa in un giorno

Inserito da Viadeimedici | Argomento: Informazioni turistiche su Pisa

Pisa è sinonimo di Torre Pendente, tuttavia questo simbolo della città non esclude altre bellezze che meritano di essere visitate. Darò qui alcune idee a un turista su cosa visitare a Pisa in un giorno o magari due se appunto si comincia ad approfondire le visite.
Partire da Piazza dei Miracoli e dalla Torre, che è il monumento più noto della piazza, è comunque d’obbligo, anche perché questo gioiello dell’arte è veramente fra i più suggestivi d’Italia.
Davanti al visitatore si apre di colpo uno scenario unico che, in un solo complesso architettonico comprende la Torre, il Duomo – tipico esempio dell’arte romanica di Pisa, il Campo Santo con i suoi splendidi affreschi e il Battistero, realizzato nel 1153 da Diotisalvi e arricchito sulla facciata da numerose sculture opera di Nicola Pisano e di suo figlio Giovanni. In questo articolo approfondisco Piazza dei Miracoli.
Lasciata la Piazza dei Miracoli per andare alla scoperta di altre meraviglie artistiche della città, ci si può spostare sui Lungarni, celebre punto di ritrovo dei giovani pisani che amano incontrarsi in queste vie che costeggiano l’Arno e che, anche per i turisti, sono un importante luogo di riferimento. Numerosi palazzi, chiese, ponti e torri di epoca medioevale, trasformati nel corso del tempo, mostrano ora una decisa impronta rinascimentale, anche se la loro ossatura medioevale non sfuggirà al turista esperto. Il Lungarno mediceo è sicuramente quello più noto dato che incornicia i principali edifici storici di Pisa: Palazzo Toscanelli, Palazzo dei Medici, San Matteo in Soarta. Particolarmente suggestiva la Luminaria di San Ranieri, al 13 giugno, quando incantevoli giochi di luce si rincorrono sui Lungarni illuminati da centinaia di fiammelle.
Sempre affacciato sul fiume Arno si trova il Museo nazionale di San Matteo. Situato nel convento medioevale di San Matteo, è principale polo museale della città per quanto riguarda la pittura e la scultura in territorio pisano a cavallo tra il XII e il XVII secolo. La facciata dell’edificio, decisamente classicheggiante, è in puro stile romanico pisano.
Le opere pittoriche e scultoree custodite all’interno del Museo, che ospita anche una sezione archeologica, sono talmente numerose e di tale rilevanza da rendere la Pinacoteca fra le più insigni al mondo nel campo dell’arte medioevale.
Il tour delle cose da visitare a Pisa in un giorno continua: rimanendo sempre in zona centrale merita una visita la Chiesa di Santa Caterina, risalente al 1222. La facciata, in marmo bianco ornata con le classiche decorazioni toscane bicrome bianco/grigie, è di stile gotico. All’interno si può ammirare la splendida cattedra lignea del XVII secolo e la pala d’altare di Lippo Memmi e Francesco Traini.
Un’altra storica piazza di Pisa è Piazza dei Cavalieri, altrettanto ricca di bellezze artistiche, a partire dalla omonima chiesa a cui diede inizio Giorgio Vasari. I Granduchi Cosimo I e Ferdinando I vengono ricordati come fondatori dell’ordine cavalleresco di Santo Stefano in un’iscrizione sulla facciata della chiesa.
A sinistra della facciata della Chiesa dei Cavalieri, si trova il Palazzo della Carovana (o Palazzo degli Anziani). I graffiti della facciata e l’opera di rimodernamento avvenuta nel XVI secolo sono da attribuirsi al Vasari.
Splendido anche il Palazzo dell’Orologio, risalente al 1607 e costruito su commissione dell’ordine di Santo Stefano. In questa stessa piazza la Torre dei Gualandi, inglobata nel XVII secolo in altre costruzioni, imprigionò fra le sue mura il Conte Ugolino della Gherardesca e i suoi figli che vennero lasciati morire di fame e furono celebrati in un canto dell’Inferno di Dante.
Naturalmente a Pisa ci sono molte altre cose da visitare ma per un primo giorno in città penso siano già tante, considerando che ad alcune di esse potrebbe esser dedicato molto più tempo.