Cosa mangiare a Siena: piatti tipici senesi

Inserito da Viadeimedici | Argomento: Informazioni turistiche su Siena

La Toscana, si sa, è una regione italiana rinomata in tutto il mondo non solo per la sua bellezza paesaggistica e culturale ma anche per la grande tradizione culinaria che la rappresenta a livello globale, essa infatti viene ricordata come una regione che ha saputo fare della cucina povera un vero e proprio caposaldo dell’enogastronomia di questi luoghi.
La città di Siena non è da meno, la tradizione di questa città passa anche dalla buona tavola, sono quindi numerosi i piatti tipici senesi e le specialità culinarie che arrivano dal mondo contadino e che si prestano a vedere riciclati gli avanzi del giorno prima. Uno degli ingredienti più diffusi per la preparazione di prelibatezze senesi è il pane, esso infatti si presta a molteplici interpretazioni in cucina partendo dai primi, specialmente zuppe, fino ad arrivare ai dolci. Vediamo nel dettaglio cosa mangiare a Siena.
pici piatti tipici senesi
Tra gli antipasti troviamo numerosi prodotti tipici di questo territorio sapientemente utilizzati per la realizzazione di bruschette saporite, si pensi per esempio ai salumi di Cinta Senese come la finocchiona e il lardo che impreziosiscono il sapore del pane fatto rigorosamente in casa. Gli aperitivi consacrano i crostini di pane nero preparati come vuole la tradizione con milza di bovino, cipolla, capperi, acciughe,sale e pepe.
I primi sono il campo di battaglia sul quale invece si sfidano i migliori cuochi del territorio, le zuppe troneggiano su tutti i tipi di pasta, l’acquacotta per esempio è un brodo ottenuto bollendo degli odori soffritti in precedenza e aggiungendo uova intere, pane secco o arrostito e pecorino grattuggiato. Un’altra zuppa largamente diffusa è il minestrone chiantigiano simile alla tradizionale zuppa senese ma con l’aggiunta di verdure quali le patate, foglie di cavolo, carote e zucchine. Tipicamente contadina è invece la panzanella a base di pane sbriciolato e reso molle dall’aggiunta di acqua condito poi con cipolla, pomodoro, olio e aceto. Sono particolarmente tipici di Siena i cosiddetti Pici o Pinci, un particolare tipo di pasta realizzata con acqua e farina di grano tenero che potrà poi essere condita a piacimento con sughi tipici come quello all’aglione, alle briciole di pane, al cacio e al pepe e al ragù di anatra (oppure di varie carni di cacciagione come lepre e cinghiale). E di secondi cosa si può mangiare a Siena?
Sicuramente tra i secondi troneggia la tradizionale e rinomata bistecca alla fiorentina, vero e proprio fiore all’occhiello di questa regione. Questo trancio di carne di notevole spessore viene presentato cotto alla brace e appartiene nella maggior parte dei casi ad un animale di razza Chianina, una specie di razza bovina tipica della Toscana. Se si vuole esagerare provando un piatto particolare si può provare la trippa alla senese, ovvero della trippa al sugo di pomodoro condita con aglio, carota, sedano,peperoncino, sale, pepe ed olio extravergine di oliva.
dolci senesi panforteTra i contorni sarebbe un peccato non assaggiare i classici fagioli provenienti dal mondo rurale, si possono gustare in diverse varianti come i fagioli all’uccelletto, ovvero fagioli conditi con pomodoro, erba salvia, aglio ed olio, e i fagioli cotti nel fiasco, cucinati per diverse ore in semplici terrine di terracotta e conditi con olio, in alcuni casi ci si cuociono insieme anche le salsicce.
I dolci sono il vero pezzo forte della cucina senese: ricordiamo il tradizionale Panforte di Siena, il Panpepato, i ricciarelli e i particolari cavallucci: biscotti con farina, zucchero, miele, noci sbriciolate e spezie di vario genere. Se vi recate a Siena non dimenticatevi di far tappa in uno dei ristoranti tradizionali del posto oppure potete acquistare alcuni prodotti tipici senesi anche nei negozi alimentari del centro, ne resterete soddisfatti!