Itinerario nei dintorni di Siena: da Monteriggioni a San Gimignano

Inserito da Viadeimedici | Argomento: Informazioni turistiche su Siena

San Gimignano dintorni di SienaSiena e il suo territorio offrono una quantità di bellezze paesaggistiche, naturali ed artistico-culturali note in tutto il mondo. Ad esempio, i due borghi di San Gimignano e Monteriggioni sono l’ideale per andare alla scoperta delle suggestive atmosfere medieval-rinascimentali di questa parte della Toscana.
Borgo imperdibile del vostro itinerario nei dintorni Siena è la celebre San Gimignano, Patrimonio Culturale e Naturale Mondiale dell’UNESCO. San Gimignano è di fondazione antichissima: il primo documento che ne attesta l’esistenza risale al 929 d.C. Questo comune svetta su una collina alta 334 metri e presenta il tipico profilo del borgo medievale, con le sue tredici case-torri.
Tra le chiese degne di menzione, troviamo il Duomo, il cui interno è affrescato con Storie del Vecchio e del Nuovo Testamento, attribuite rispettivamente alla scuole di Bartolo di Fredi e Simone Martini.
Notevole il Palazzo Comunale, sede della Pinacoteca e dei Musei Civici, con opere di Memmo di Flippuccio e Lippo Memmi.
Altra nota di merito per la Chiesa di Sant’Agostino, bell’esempio di contaminazione tra stile romanico e gotico: nella Cappella del Beato Bartolo è presente un monumento in marmo scolpito da Benedetto da Maiano e il pavimento in terracotta è di Andrea della Robbia.
Notevole la raccolta di opere riunite presso il Museo d’Arte Sacra. Tra le opere più importanti la Madonna della Rosa di Bartolo di Fredi e la croce smaltata (XIV sec) oppure la statua lignea di Sant’Antonio Abate.
Per chi volesse entrare in contatto con un aspetto fondamentale della culutra senese, vi è poi il Museo del Vino, dove si degusta e si può scoprire la storia del vino sangimignanese attraverso un itinerario costruito con pannelli, immagini e sensazioni olfattive.
La seconda tappa del nostro itinerario nei dintorni di Siena è Monteriggioni.
monteriggioni itinerario da siena
Il piccolo paese conserva tutto il fascino di un borgo medievale, stretto dentro la sua cinta muraria. Lo spettacolo della cerchia delle mura che circonda Monteriggioni è un biglietto da visita unico: la località si erge sulla sommità di un bellissimo colle e domina il paesaggio circostante.
Tutto il castello ha origini antichissime: venne eretto tra il 1212 e il 1217 come difesa contro la città di Firenze e presentava in origine ben 15 torri. Il paesino può vantare persino una citazione nella Divina Commedia di Dante, nel Canto XXXI dell’Inferno.
Una volta entrati all’interno del borgo fortificato, si apre la piazza principale di Monterigggioni, Piazza Roma, caratteristica del borgo, con la sue pietre, gli orti e i giardini tutt’attorno che la rendono ancora più particolare.
Qui si erge la Chiesa dell’Assunta (1219). E’ una pieve di dimensioni ridotte, a navata unica, ma di grande bellezza e semplicità architettonica.Al suo interno sono conservate alcune opere di grande valore, tra cui un quadro della Madonna del Vanni, due tabernacoli che risalgono al XV secolo, un crocifisso ligneo ed una campana datata 1298, una donazione effettuata dalla Repubblica di Siena alla chiesa. Vicino alla chiesa di Monteriggioni possiamo trovare un bel museo con riproduzioni di armi e armature d’epoca medievale e rinascimentale.
Tra gli eventi più caratteristici offerti da Monteriggioni, la nota Festa Medievale, che si celebra ogni anno nel mese di luglio e dove è possibile ammirare le tradizioni e i costumi tipici dell’epoca medievale, oltre che apprezzare la tradizionale cucina senese e il vino Chianti.