Visita del Chianti Fiorentino

Inserito da Viadeimedici | Argomento: Informazioni turistiche sulla Toscana

Visita del ChiantiPer il turista che vuole abbinare bellezze paesaggistiche ad opere d’arte io suggerisco di visitare il suggestivo Chianti. In Toscana, tra le province di Firenze, Siena ed Arezzo è possibile visitare una zona caratterizzata da un paesaggio collinare, ricco di vigneti e uliveti, con strade tortuose circondate spesso da cipressi, che portano a suggestivi borghi medievali, imponenti castelli e ville signorili.
La visita del Chianti permette inoltre di assaporare l’omonimo vino, il Chianti, ma anche tutta una serie di piatti e prodotti tipici toscani.
Per immergersi in questo splendido paesaggio suggerisco 2 itinerari nel Chianti che partono da Firenze e si snodano lungo 2 importanti strade: l’antica via Chiantigiana (statale 222) e la via Cassia. In entrambi i casi vengono consigliate interessanti deviazioni per addentrarsi nell’ambiente del Chianti e ammirare ancor di più i paesaggi, le opere e i borghi.
Entrambe le visite si snodano all’interno della provincia di Firenze, proprio per mostrare quello che viene chiamato “Chianti Fiorentino”, in seguito porterò qualche esempio di itinerari nel “Chianti Senese”.
Il secondo esempio di visita del Chianti Fiorentino inzia sempre da Firenze ma ha come destinazione finale Barberino val d’Elsa e i suoi d’intorni: la strada di riferimento è la vecchia Cassia, anticamente era la principale via di comunicazione tra Firenze e Roma.

tavarnelle in val di pesaAnche in questo caso, per visitare le bellezze paesaggistiche, le opere d’arte e i piccoli borghi medievali consigliamo alcune deviazioni. La visita del Chianti ci permette di ammirare uno dei maggiori centri del Chianti Fiorentino: San Casciano in Val di Pesa. Prendendo la via Certaldese è possibile ammirare fantastici paesaggi collinari con vigneti, uliveti e cipressi che caratterizzano tutta la campagna toscana. Sulla via Certaldese sono da visitare San Pancrazio e Lucardo prima di arrivare a Tavarnelle Val di Pesa. Riprendendo la via Cassia è possibile deviare verso Passignano (visita d’obbligo alla Badia di Passignano) e raggiungere San Donato in Poggio. La nostra visita del Chianti Fiorentino finisce a Barberino Val d’Elsa dove è d’obbligo visitare la Pieve di S. Appiano appena fuori porta il paese.

Questo è un esempio di visita del Chianti Fiorentino, per il turista che non vuole affidarsi a nessuna guida turistica e ha un mezzo proprio.

Altrimenti, consigliamo di affidarsi ad una guida turistica: io vi consiglio Accord Solutions che, oltre a proporre visite guidate a Firenze, offre anche visite guidate nel Chianti e in tutta la Toscana.